Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for luglio 2008

Lei si alzò di fretta sperando fosse lui il motivo del suo improvviso risveglio. Non era sicura di quel che aveva udito ma ” Non importa – si era detta – Sarà lui, deve essere lui!”. Nello stesso momento in cui appoggiò le mani sulla porta del balcone si alzò un vento impetuoso che la costrinse a spingere con tutte le sue forze per riuscire ad abbattere quella barriera che la divideva dal suo Amore. “Eccomi!”, disse lei col cuore in gola; lo disse al vento, lo disse al cielo, lo disse al ricordo di lui, perchè sotto il suo balcone non c’era nessuno, come non c’era nessuno la notte prima, o la notte prima ancora. Erano passati due anni e ancora non riusciva a rendersi conto, o forse non voleva rendersi conto, che lui non sarebbe più arrivato, che non l’avrebbe più sentito arrivare dal balcone, non l’avrebbe più sentito introdursi furtivo sotto le sue lenzuola, che non si sarebbe più inebriata del suo odore, del suo sapore … Mai.

Annunci

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: