Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for giugno 2015

Somiglia un po’ a Lara questa Lei, ma un po’ più incazzosa. Potrebbe essere lei dopo qualche anno di matrimonio con “Lui”… Oppure sarà tutta un’altra persona.

Intanto Digitaliziamo!

Domani. Un altro stupido giorno come tanti altri stupidi giorni. Ha da fare, come sempre. Ha bisogno di andare, come sempre. Gli “serve” , come sempre … e io? A me non serve niente?
“Bisogna parlare altrimenti non sa cosa provi”…aha…bel suggerimento del cazzo!
Se stai con una persona da vent’anni non ti fai grossi problemi a dire quel che pensi, a chiedere chiaramente ciò che Vuoi.
Il problema sorge se le orecchie dell’altro captano 3 oppure 4 parole su 10, perché troppo preso dai fatti propri!
Più che dire che vorrei andare insieme a lui a fare la passeggiata di domani non so cosa fare. Mi disse che non gli piaceva l’idea, anzi che gli veniva un senso di fastidio a pensarci…quindi che fa? Si organizza i cazzi propri insieme ad altre persone!
È davvero così difficile organizzare qualcosa per me? Come può avere iniziativa, entusiasmo, inventiva, per gli altri e per me no? Perché fa dei bei gesti, che richiedono tempo e organizzazione per gli altri e per me no?
È in grado di farmi sentire una merda, quando è lui ad Esserlo!
Lui si sente in colpa, e chi paga? Io! Pensa!
Non posso dire niente, non posso sfogarmi, non posso avere problemi di salute, non posso essere stanca, insoddisfatta, frustrata … incredibilmente finisco sempre per sentirmi io in colpa, dopo aver litigato con lui (per un niente) e dopo essermi beccata le parole peggiori che potesse scegliere.
Io una vita intera così non la voglio!

Read Full Post »

Stavo guardando su YT un video su “Piccoli problemi di cuore” … e io mica mi ricordavo tutti ‘sti inciuci???
Ma ci rendiamo conto di cosa ci facevano passare per “cartoni per bambini” negli anni 80/90???
Poi ci chiediamo perché i trenta/quarantenni di oggi abbiano “difficoltà” nei rapporti di coppia 😀 …
Riguardando vecchi episodi e alcuni video riassunti (qui e qui se ne trovano di davvero divertenti e ben fatti) mi sono chiesta: ma davvero tra gli 11 e i 14 anni guardavo queste cose?
I genitori dell’epoca (non tutti certo, ma almeno tutti quelli che conosco io) lanciavano uno sguardo alla tv: se vedevano dei bei disegni, faccine che arrossivano, gente che dormiva con la bolla di muco che gli usciva dal naso, andavano oltre. Nessuno che si sia mai chiesto “ma di cosa parla questo cartone?” Altrimenti penso che un miliardo e mezzo di lettere di genitori indignati sarebbero volate … che tempi diversi…
Oggi c’è gente che si scandalizza per Biancaneve trasmesso di pomeriggio (o_O Biancaneve ragazzi, davvero???) e all’epoca c’era roba che ti dava messaggi del tipo:
– se tua madre ha un raffreddore stai certo che morirà e tu sarai solo/a e avrai una vita di merda, per riscattarti poi alla fine sposando qualcuno di facoltoso o diventando a tua volta facoltoso/a per una botta di culo;
– si è felici solo sposandosi;
– l’Amore è sempre complicato e pieno di verità non dette, equivoci e sofferenza;
– mentire e tacere i propri sentimenti è il modo convenzionato per vivere la vita … di merda di cui sopra;
– le ragazze sono sempre attratte (fino a rasentare l’ossessione) dagli stronzi che le rifiutano e/o le trattano malissimo;
– i cattivi sono quasi sempre esseri vecchi decrepiti, o brutti;
– i ragazzi sono tutti dei pervertiti che non perdono occasione per spiare le ragazze in bagno;
– le persone poco intelligenti sono bruttine e sovrappeso …

Io davvero non capisco come alcune mamme di bambini in età prescolare (asilo per intenderci) si lamentino perché i cartoni di oggi non sono “belli come quelli di una volta” … ma dite davvero???
A 3 anni cosa vuoi far guardare ai tuoi figli? Occhi di gatto? Dolce Remy? Lovely Sara? Candy Candy? Georgie???
C’è tempo per questo genere di cose, no?
A quest’età assorbono come spugne e basta, non hanno capacità di giudizio, non sanno ancora cosa potrebbe essere giusto o sbagliato, ci sarebbe una MAREA di cose inspiegabili a bambini così piccoli. Del resto non mi sembrano adatti nemmeno a bambini di 7/8 anni, troppe pippe mentali da giovani adulti, troppe ansie e paure di cui non hanno bisogno a quell’età, per il semplice fatto che non hanno ancora gli strumenti per capire e metabolizzare le informazioni ricevute! Che poi la maggior parte di quei “nostri” cartoni animati erano pensati (nel loro paese) per adolescenti, vale a dire 13/17enni, non per bambini.

Ma forse il problema è che nessuno (di quelli che si lamentano) guarda davvero ciò che guardano i nostri bambini, nessuno guarda davvero una puntata di Peppa Pig; è diventata una barzelletta e tutti si lamentano per l’onnipresenza della maialina, ma a ben guardare i valori trasmessi da quel cartone animato sono molto validi, i modelli di comportamento sono molto ben studiati, ben costruiti e molto positivi: c’è una sfilza di “grazie” e “per favore”, un bel senso di Comunità, incontri assidui ma non invadenti con i nonni, che sono un complemento importante e coerente, educazione, rispetto; a volte anche le reazioni dei genitori di Peppa sono ottimi suggerimenti per i genitori dei piccoli fans … è veramente così brutta sta Peppa Pig?

Read Full Post »

Evvai! Sono impazzita!!!
Ahhhhh, non vedevo l’ora!!!

Ma iniziamo dall’inizio.
E’ pensiero comune (almeno tra i miei conoscenti, amici e familiari) che chi è Felice, Ottimista, che pensa al futuro Sempre in modo positivo e fiducioso, chi, pur essendo consapevole della loro esistenza e pur facendo il necessario per risolverli, non si lamenta dei problemi ma li accoglie e li accetta con un bel sorrisone, chi viene steso da allergie, sindrome pre-post e durante mestruo, influenze fuori stagione, mali vari ed eventuali, ringrazia tale malessere, e un’infinità di altre cose, è una persona che purtroppo ha perso l’uso della ragione e che bisogna “aggiustare” o, nel peggiore dei casi, assecondare con pietà.

Ebbene io sono finita di impazzire, il mio percorso nella follia è arrivato ad uno dei primi traguardi degni di nota, perché è uno di quelli da cui non si torna più in dietro. Ormai sono irrimediabilmente Positiva e la vedo dura tornare in dietro. Riesco solo a pensare che andrà tutto “schifosamente” bene!
E non perché ho vinto alla lotteria, non ho più i simpaticoni del recupero crediti che ogni santo mese ci tempestano di telefonate; o perché ho un rapporto splendido con i miei genitori, che finalmente hanno capito che ho sempre preso le mie decisioni da sola (fin da quando ho deciso io cosa mettere per andare a scuola a 12 anni … sì, un po’ tardino ma tanté) e che oggi più che mai faccio come mi sento dentro visti i 35 anni che mi ritrovo; nemmeno perché ho ricevuto la chiamata del Signore e ho messo i piedi con tutte le scarpe in una Religione e finalmente sono in “pace” …
Niente di tutto questo!
Mi sono solo fatta un culo a mandolino per gli ultimi 23 anni della mia vita per cercare di capire le incongruenze di ciò che mi accadeva intorno, per cercare di capire, e alla fine accettare, le cose che mi creavano quel disagio che ho dovuto “analizzare” per poter tornare a Vivere tra le persone e non più tra le ombre di una casa sprangata e buia.

Sono libera di sentire quel cazzo che voglio.

E per quanto mi senta infinitamente a disagio a scrivere parolacce e detesti anche dirle ad alta voce, devo proprio dire che la frase è adeguata a come mi sento.

L’altra sera facendo un po’ di pulizie tra le email, ne ho aperto una dalla Hay House. Sono iscritta alla loro newsletter perché adoro letteralmente Mike Dooley e ogni anno fanno delle conferenze con non so quante persone che trattano i più diversi argomenti, tutti con lo scopo di migliorare se stessi e trovare la propria “via”. Non le apro mai, specie in questo periodo perché è pieno di informazioni che non mi servono, ma questa volta qualcosa mi ha chiamata da quella email. L’argomento era l’energia e, visto il caldo mostruoso che fa e lo stress a cui siamo sottoposti ogni giorno io e mio marito, ho pensato di darci un’occhiata, metti che c’è un semplicissimo accorgimento che può darci un po’ di energia in più?
Apro la mail e c’è un link ad un video di Denise Linn (mai sentita nominare), è il primo di una serie di tre video sullo “space clearing”. Ok, guardiamolo.
Diffidenza a mille, ero preparata a dire “seee vabbeh!”, e poi la siora Linn ha iniziato a parlare.
Nella mia vita ne ho visti video, letti libri, partecipato a seminari grandi e piccolissimi, ho una marea di libri sulla crescita personale e il benessere psicofisico sia cartacei che digitali … nella mia mente c’è un mondo di informazioni, ma non mi ero mai imbattuta in cose di questo genere. Sono familiare col concetto che siamo energia e che intorno a noi si possono creare campi di forza che ci possono influenzare positivamente o negativamente, ma non avevo mai considerato la cosa dal punto di vista dei Nativi Americani e della loro filosofia.
La signora racconta brevemente la sua esperienza e sembra che parla di me e CON me. Non ho vissuto quel tipo di atrocità, ma io sento lo stesso come se stesse parlando di me. Inizia a spiegare alcune delle tecniche per chiarificare (non saprei come tradurre in altro modo) l’energia di una stanza e inizio a piangere appena dice : “invio il mio Amore dal mio cuore al tuo”.
Impazzita! Ve l’ho detto!
Continuo a seguire il video, venti minuti e io sono in lacrime a guardare lo schermo del computer.
Riguardo la parte in cui spiega praticamente cosa fare (vi risparmio i dettagli) e mi metto alla ricerca di qualcosa che mi “piaccia” per poter fare ciò che andava fatto (;-) ) e inizio a chiarificare la mia stanza da letto. Incredibilmente io sento in alcune zone della stanza che il suono non è limpido, anche se suono più volte, così “incanalo” la mia intenzione verso l’oggetto che sto suonando e quindi verso la stanza e … il suono diventa limpido!
Faccio il giro della stanza e inizio a sentire “qualcuno” (paura), una gratitudine IMMENSA mi inonda il petto, una cosa che io non so spiegare bene, non mi sono MAI sentita così. Ovviamente sto piangendo un pochino. Passo al salotto e le presenze sono aumentate, e con esse la paura, paura di vederle più che altro (illogico, ma è così). A quanto pare quando si fanno certe cose si chiede e si ringrazia per l’aiuto degli spiriti, gli angeli o come li vogliamo chiamare, e a quanto pare io ne avevo almeno sei intorno a me.
Faccio il giro della stanza, sempre con le mie intenzioni incanalate, super presente a me stessa e piena di Amore e gratitudine verso la casa, la mia famiglia, me stessa, chiunque fosse lì con me, i vicini di casa, il fiume che scorre poco distante da casa nostra … Il senso di gratitudine è ai massimi storici! Non riesco più a tenermi e inizio a piangere a dirotto, un pianto che sembra un fiume in piena, un maremoto, non lo so. Non riesco a fare il resto della casa, sono sconvolta!
Ho pensato: “due sono le cose: o mi sono autosuggestionata, o sto facendo male qualcosa!”.
Immediatamente scrivo a chi di dovere, ma il fuso orario non mi fa aspettare la risposta. Io sono solo sconvolta, con una Felicità Nuova dentro, qualcosa che non so nemmeno come si dice!
Racconto il tutto a mio marito che sentendomi parlare rabbrividisce e si commuove (O.O). Vado a dormire e dormo il sonno dei bambini felicemente stanchi.
Il giorno dopo ha tutto una luce diversa, e la risposta ricevuta mi conferma che non ho fatto nulla di sbagliato … devo solo avere più fiducia in quello che Sento, perché non c’è niente di male, non c’è niente di “sbagliato”.
Ho deciso di approfondire l’argomento. Una sensazione del genere non può essere ignorata e va assolutamente ripetuta! 🙂
E’ come se la Fiducia che ho da qualche anno a questa parte ora fosse diventata fissa dentro di me, si fosse “saldata” e non c’è più nessuna possibilità che si sposti o che vada via. E’ ferma come non è mai stato niente nella mia vita! E’ una fiducia che però non è compagna della “speranza” (che è una poveretta), ma dalla “fede” (non parlo di religione però).
Mi sento nuova.
E sono Incredibilmente fiduciosa e felice ergo … sono pazza!
Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Benvenuti, questo è il primo post di una pazza consapevole, che non vede l’ora di esplorare tutta la sua pazzia!
😀 … non c’è una faccina con mille denti?

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: