Feeds:
Articoli
Commenti
do-what-you-love

Passare un’ora e mezza tra pigiamini, dentini, capelli, pannolini, balletti buffi, cartoni, storie, libri, coccole e canzoncine della buona notte…

Io sono esattamente dove voglio essere.

Questo è quello che ho sognato da sempre e che ho sperato con ogni cellula del mio corpo di poter avere per 8 (quasi 9) lunghissimi anni della mia vita. Capisco che altre persone vogliano altro dalla vita, che abbiano altri gusti, altre aspirazioni; ebbene questa è la Mia per questo momento della mia vita.

Io sono Felice. Conciata, certi giorni, come una pezza da piedi dalla stanchezza, ma Felice.

Non datemi compassione che non so cosa farmene.
No ho scelto questa vita che per me è un sogno diventato realtà.
Non è un “sacrificio”.
A me come individuo non ho mai smesso di lavorare. Essere una mamma a tempo pieno non preclude la possibilità di coltivare i propri interessi. Si tratta di organizzarsi e di saper scegliere le priorità in funzione di ciò che ci rende Felici, che ci da Gioia.

Io preferisco pasticciare con le mie piccine piuttosto che uscire a fare un giro per negozi. Ma questo anche prima: ho sempre preferito stare a casa, leggere mille mila libri e arrotolarmi sul divano, scrivere, guardare film o serie TV, piuttosto che mettere il naso fuori la porta. Non disdegno lo shopping (oh nossignore), ma non è la mia attività preferita, come non lo è andare a mangiare fuori … o, se è per questo, qualunque attività che comporti l’uscire dal portone di casa 😀

Non sono una mamma che ritiene di “vivere per i figli”, io vivo per me e ho la benedizione di poter condividere la mia vita con delle creaturine meravigliose, impegnative, spassosissime, spaventose, piene d’Amore.

Non voglio che gli altri siano come me.
Vorrei invece che ognuno potesse essere come vuole, desiderare ciò che vuole senza beccarsi sguardi accusatori, di commiserazione o ancora peggio essere riempita di “consigli” non richiesti su come “migliorare la qualità” della propria vita.

Io ho la vita che voglio.

Sono in continuo cambiamento, in continua evoluzione e mai come ora, a 36 anni, mi sento sula strada giusta per incontrare la vera Bianca, mi sento appagata e in linea con me stessa.
Sono soddisfatta del percorso che ho fatto fino ad oggi.
Perché mi devo sentir dire: “Devi uscire! Devi prendere tempo per te!”, “Trovati una brava baby sitter e trovati un lavoro, devi uscire.” … ?
Con tutto il rispetto, ma io vi ho mai detto: “Leggi qualcosa ai tuoi figli! Facci i lavoretti insieme! Invece di lavorare doppi turni per pagare la baby sitter fai un turno solo e stai tu con i tuoi figli!” … ?
Eeehhh no! Perché?
Perché non sono affari miei! Perché TU prendi decisioni che fanno star bene TE e la TUA famiglia!
Perché IO faccio le scelte che fanno star bene ME e la MIA famiglia, non quelle che vanno bene ai membri della società in cui vivo; e visto che “non fare agli altri ciò che…”, io taccio.
Sono io a guardarmi ogni giorno allo specchio. Sono io a convivere con le conseguenze delle mie scelte.
A voi cosa vi cambia se li faccio o no i lavoretti con le mie bambine?
Non ve lo racconto neanche, quindi non sono di quelle mamme che si vantano di tutte le fantastiche attività che fanno con i loro poveri sovraffaticati figli.
Non mi lamento, non mi vanto, eppure mi becco i consiglioni lo stesso …

Insomma bimbe mie io Amo essere la vostra mamma. Sono felice della persona che sono. Ho un bellissimo rapporto d’Amore e Amicizia col vostro papà e sto anche lavorando al mio futuro lavorativo. Curo la mia vena artistica ogni volta che posso e sono pienamente soddisfatta di dove mi trovo in questo momento della mia vita.
Grazie per accompagnarmi in questo tratto di strada. Spero solo di essere all’altezza delle mie aspettative quando sarete più grandi e avrete bisogno di un altro tipo di mamma. Spero di evolvere insieme a voi e di crescere insieme a voi.

Non sono perfetta, non assomiglio nemmeno lontanamente alle mamme Mulino Bianco; io sono io, sono Bianca, e sono anche la mamma di Serena e Maya e va bene così.

Io Ci amo, a tutti; anche a te che stai leggendo questa specie di lettera alla mia famiglia futura.
Sono giorni duri, intensi, pieni di piccoli cambiamenti che ci stanno portando “là”.
Grazie.

Amore per tutti, sempre e comunque nonostante le circostanze.
Buona vita!
Bianca*

libri-per-bambini1

Ciao a tutti! Buon sabato!

Come sempre ecco un nuovo video pubblicato un giorno a caso! … Lo so che non va bene. Prometto di lavorare duro per organizzarmi meglio ed essere più costante 😉

Ad ogni modo, nel video di oggi vi parlo di un argomento che mi sta molto a cuore: i Libri per bambini.
Io non ho mai smesso di leggere questo genere di libri perché mi hanno sempre affascinato per la mole di immaginazione e creatività che spesso racchiudono in una manciata di pagine, e ora che ho due bambine (5 e 3 anni) mi sto proprio divertendo!
Negli anni abbiamo visto crescere a dismisura il numero di libri per bambini pubblicati ogni anno e non è sempre facile scegliere quello giusto per i nostri piccini.
Con questo video vorrei iniziare una serie sul mio canale riguardante, per l’appunto, i libri per bambini. Ho deciso di fare video che io stessa vorrei vedere, non solo per intrattenimento, ma soprattutto per “necessità”. Vi spiego meglio cosa intendo nel video che trovate –>QUI!

In questo video prendiamo in esame una collana di 5 libri, il cui tema sarebbero i 5 sensi. Tutti scritti da Roberto Piumini e illustrati da vari artisti tra cui Anna Laura Cantone.

Due di questi libri mi hanno fatto, a dir poco un brutto effetto e ho dovuto parlarne con voi. Voi DOVETE SAPERE cosa è possibile trovare nei libri per bambini; anche se scritti da rinomatissimi autori di questo Genere.

Spero che il video vi piaccia, ma soprattutto che vi sia utile!

Fatemi sapere cosa ne pensate qui nei commenti oppure sui vari social: leggete a dei bambini? Avete altri libri da segnalare, siano essi bellissimi che orrendi?

Aspetti i vostri commenti!

Intanto buona vita a tutti e al prossimo libro!
Bianca*

Sono stata nominata!

liebster-img

Sono stata nominata! E chi se l’aspettava mai?! E non una volta sola!!!
Lo so mi emoziono con poco, ma è gratificante sapere che qualcuno legge il tuo blog e ti ha pensata per partecipare a questa iniziativa che altro non è (lo dico per chi, come me, non ne sapesse una cippalippa) che un modo per far conoscere blog con pochi followers ma che a noi piacciono e che vogliamo far conoscere a più persone possibili. Potete capire che il mio ego fa la danza del ventre nel sapere che piace a qualcuno tanto da volerlo “promuovere”! Va bene autocelebrazioni concluse, andiamo avanti.

Regole 

  1. Ringraziare per la nomination
  2. Rispondere alle 11 domande poste dal blogger che ti ha nominato
  3. Nominare a tua volta per la Liebster Award 11 bloggers con meno di 200 followers
  4. Scrivere 11 domande per i bloggers che hai nominato
  5. Inserire il banner del premio
  6. Avvisare ciascuno della nomination ricevute

 

Come s’è capito dall’introduzione sono molto contenta di essere stata nominata e ringrazio tanto Elisa di FreeLife !
Tra l’altro vi segnalo che Elisa ha aperto un gruppo di lettura su Goodreads che si chiama  LiberTiAmo , questo mese leggiamo Villette di Charlotte Brontë, vi aspetto lì!

 

Passiamo, dunque alle domande:

1. Ti è mai capitato, in un libro, di preferire l’antagonista agli altri personaggi?

Se parliamo di cattivi o comunque “scorretti” è veramente difficile che mi piacciano: non ho mai subito il “fascino” del bello e dannato/stronzo. Anche se Algar (Alice from Wonderland di Alessia Coppola) ha subito un’evoluzione che ho apprezzato e alla fine l’ho preferito al Cappellaio.

2. Quale lingua, che ancora non conosci, ti piacerebbe imparare?

OHMIODDIO il tedesco! Sono pochi mesi che interagisco con tedeschi DOC, il resto sono tutti made in Italy, ma ho bisogno di imparare il più presto possibile! Ci sono sempre offerte mostruose per i libri e poi ci sono le svendite dei libri in biblioteca e poi i libri usati a 20cent … e poi certo ci sono le mie bambine che vanno all’asilo e dovrei capire cosa dicono le maestre (quelle poche che non parlano inglese), ma sai com’è: priorità ^^’. Poi, però vorrei tanto imparare una di quelle lingue che non sono molto popolari come lo Svedese, il Norvegese o l’Islandese.

3. Preferisci una visita guidata in un castello o una visita ad una mostra di un pittore famoso?

Diciamo che ho visto varie mostre di pittori famosi (Van Gogh ad Amsterdam, Picasso a Roma, ecc.) e ho visto pochissimi castelli quindi voto visita guidata a un castello e avrei anche in mente quale: il Castello di Neuschwanstein *,*

4. Quanto conta per te un buon finale in un libro?

Conta molto. E’ l’ultimo morso che si da alla storia e deve lasciare il giusto sapore, dolce o amaro che sia non ha importanza, ma deve essere soddisfacente.

5. Hai mai scritto poesie?

AHAHAHA sissignore! Tra le medie e la terza superiore ho scritto un bel po’ di poesie. Purtroppo non ho niente qui in Tedeschia se no vi trascrivevo qualcosa e vi facevo fare due risate ^^

6. Qual’è tuo momento della giornata preferito?

Un momento che ho scoperto grazie alle mie piccine: l’alba. Il momento in cui sta per finire la notte, si sta schiarendo il cielo ma non è ancora l’Aurora. Quando sembra che il sonno pesi 100 volte di più e c’è un silenzio rigenerante, un silenzio che sa di Vita, di Inizio di Carica. Un momento che è sempre più difficile godersi visto che il sonno vince 9 volte su 10 ^^
Un altro momento che AMO e posso dire che è anche il mio preferito è quando leggiamo le storie io e le mie piccine.

7. Pensi mai a come sarebbe stata la tua vita se fossi nato duecento anni fa?

Penso che avrei avuto una vita molto difficile, soddisfacente ma difficile e travagliata. Per me è sempre stato difficile tacere, specie in ambito familiare, di fronte a quelle che per me erano ingiustizie, immagina 200 anni fa! Penso che avrei ricevuto tante di quelle punizioni corporali che sarei morta alla veneranda età di 20 anni.

8. Qual’è il valore più importante per te nella vita?

Il rispetto. In generale, per tutto e tutti. E’ facile dirlo ma non lo è altrettanto applicare e vivere secondo questa piccola parola. Io ci provo e cerco con tutta me stessa di insegnarla alle mie figlie.

9. Qual’era il tuo sogno da piccolo/a?

Oh, io volevo essere una ballerina classica. Ho fatto anche danza ma poi le cose della vita … Un’altra cosa che avrei voluto fare era “fare quella che decide quali libri pubblicare” (parole mie quando avevo meno di 10 anni, non ricordo quanti esattamente ^^).

10. Se potessi tornare indietro nella storia, quale evento impediresti che accada?

Oh. Questa è difficile. Le prime cose che vengono in mente sono le ovvie, le ingenue: l’attacco alle torri gemelle, l’inizio dell’Olocausto … ma ci sono miliardi di variabili e potrei fare la differenza di una goccia nel mare. Bisognerebbe sapere particolari impossibili da reperire tutti per capire davvero quando intervenire per fare la Vera differenza … dai ci pensiamo e poi organizziamo un viaggetto.

11. Caffè lungo o ristretto?

Tisana 😀 Lo so ma io adoro il profumo del caffè e non altrettanto il sapore…sì. Lo so.

 

A questo punto dovrei nominare 11 bloggers … il fatto è che tutti quelli che seguo e che davvero vorrei che fossero seguiti di più sono già stati nominati mille volte e non saprei proprio chi nominare!

Ma vorrei nominare lo stesso alcuni dei blog che seguo e mi piacciono, semplicemente per farveli conoscere, fa niente se decideranno o meno di rispondere alle mie domande 😉

Last Century Girl

Alessia Coppola

Cioccolato&Libri

PluffaCalderone

Esetidicessiche

Niente Panico

La Lettrice Solitaria

Il Magico Profumo dei Libri

L’Ora del Libro

Bene, questi sono alcuni dei blogger che vorrei conoscessero tutti! Se poi risponderanno alle domande molto bene altrimenti molto bene 😉

Andatevi a fare un giro su questi che vi ho citato, e vedrete che se non siete ancora iscritti, lo farete 😉

 

Le domande a cui ho pensato io sono:

  1. Cosa leggevi maggiormente da adolescente?
  2. Hai mai riletto un libro che Amavi e l’hai trovato insulso, rimanendo con il dubbio: ma cosa ci avevo visto di così straordinario?
  3. Sarebbe meglio imparare ad “usare” la TV o i giornali d’informazione?
  4. La posizione più comoda in assoluto per leggere
  5. Se trovi ricette nei libri che leggi provi a riprodurle? (passa qualche ricetta che ti è piaciuta eventualmente 😉 )
  6. Sei mai andat* in biblioteca? Com’è stata la tua esperienza?
  7. Credi sia più importante seguire le proprie inclinazioni nella scelta del percorso di studi da seguire o la richiesta del mercato del lavoro?
  8. 40° all’ombra in costume da bagno alle Maldive, oppure -10° fuori e tu dentro casa sotto una copertona, infinita fornitura di tè e biscotti e una libreria piena di libri che non hai mai letto provenienti dalla tua wish list?
  9. Mangiare per vivere o vivere per mangiare?
  10. Se potessi partire ora per una qualunque meta, fantastica o reale che sia, dove andresti e perché?
  11. Cosa chiedi a Babbo Natale quest’anno?

 

Se vi piacciono le domande, se volete rispondere anche voi sentitevi liberissimi di farlo! Potete rispondere nei commenti o nei vostri blog e magari mi fate avere il link al vostro articolo così vengo a leggere le vostre risposte!

Buona Vita a tutti e alla prossima!

Bianca*

halloween2

E sì. Quest’anno ho deciso di fare un video tutorial a tema Halloween!!!
AHA! E chi l’avrebbe mai detto? 😀

Ho voluto truccarmi insieme a voi da Stregatto … o meglio una MIA versione. E’ un trucco molto semplice, realizzato con pochi comunissimi trucchi. Una buona soluzione dell’ultimo minuto se avete una festa e non sapete proprio cosa fare e magari non vi va di spendere soldi per chissà che costume 😉

E’ un video senza nessuna pretesa di professionalità. L’ho fatto per divertimento ed effettivamente mi sono divertita un sacco a farlo. Non sono un’esperta truccatrice quindi la perfezione non fa parte di me…ma è Halloween e se il trucco  è “spaventoso” è giusto così ;-P

Il video lo trovate –> QUI!

Sarebbe carino scambiarci le nostre creazioni. Se fate anche voi qualcosa per Halloween mandatemi foto qui nei commenti o nei commenti del video o in uno qualunque dei miei social!

Divertitevi, be safe e… al prossimo video!

Buona vita a tutti *

Contraddizioni

contraddizione

Quindi è arrivato il momento di fare un’altra ricapitolazione (esiste la parola l’ho cercata su un libro magico e antico, appartenente ad una stirpe di saggi … il dizionario! ;-P ).

 

 

Orbene, Io Donna:

– Se non so assolutamente niente del G.F., Maria &Co. sono una snob, antipatica, pesante, che non si sa divertire; ma se me li guardo sono una superficialotta del cavolo.

– Se mi piace parlare di sesso (anche se in toni pacati, senza esaltazioni o dimostrazioni pratiche) sono una “facile“, zo/pu/tro …; se non ne parlo mai sono una puritana che di SICURO giudica male tutti gli altri, e ci mettiamo anche acida frigidona.

– Se mi piace ricamare sono vecchia, se mi piace lavorare a maglia sono vecchia, se preferisco una serata tra amici a casa invece di stordirmi in un locale stra rumoroso sono vecchia; ma se mi tingo i capelli del caxxo di colore che voglio a 40 anni sono infantile, se oso mettere un colore che non fa parte della carta da parati della nonna (dopo i 35) sono infantile, se guardo i cartoni animati non solo sono infantile ma ci DEVE essere qualcosa che non va nelle mie capacità d’apprendimento.

– Se non mi trucco sono sciatta; se mi trucco sono finta e montata.

– Se metto i miei selfie sui I MIEI social sono una egocentrica montata; se non metto la foto sono una stupida in cerca d’attenzioni che vuole farsi dire che è bella.

– Se esco con le amiche ogni tanto, mi trucco e mi vesto come caxxo mi pare e mio marito è a casa con i bambini sono una madre degenerata che “chissà che va a fare la notte in giro” (fa niente se qualche volta esco io e qualche volta esce lui); se muoio perché mio marito/fidanzato/vicino di casa… mi ha uccisa improvvisamente siamo tutte contro la violenza sulle donne, siamo solidali, leiera una brava persona“, lui “è un porco maschilista”

Tutti discorsi che nel corso degli anni ho sentito fare a delle donne su delle donne … ma perché ci deve essere questo astio?
Dobbiamo davvero aspettare una disgrazia per supportarci? Per incoraggiarci? Per coprirci le spalle? Per apprezzarci? Per aiutarci …

#GirlLove

Buona vita a tutti!
Bianca*

una-donna-cammina-tra-la-nebbia-del-primo-mattino-a-houston_emb4

Quando le luci si spengono, i rumori si attutiscono, i sorrisi vacillano … è allora che cade la maschera e ogni tristezza riprende il suo posto in prima fila.

Va tutto bene, non c’è motivo, non lo so … sono le frasi che si susseguono nella mente stanca.

Se avessi fatto, se facessi, se finisse … i tormenti di chi vive nell’incertezza delle proprie imprevedibili emozioni.

Pensieri come piccoli insetti famelici si riuniscono ai miei piedi, pronti a ricoprirmi con le loro minuscole e pungenti zampine.
Salgono, su per i piedi, per le caviglie, si aggrappano ai polpacci, si fanno strada sulle cosce; in un attimo sono sul petto, si avventano contro la gola. Stanno per entrare dalla bocca, dal naso, dalle orecchie, stanno per farlo, vogliono arrivare al cervello, inondarlo, mangiarlo, sostituirlo … e poi …

Un colpo di tosse, “Mamma!” e tutto sparisce come nebbia del mattino.

 

 

 

Avevo il computer acceso e un’irresistibile necessità di scrivere è saltata fuori dal nulla e questo è venuto fuori in più o meno 5 minuti. Senza correzioni, senza ripensamenti, questo è e questo vi lascio.

Buona vita a tutti!
Bianca

P.S. La foto l’ho trovata qui Archivio Panorama